conductor

Nato a Firenze, Riccardo Cirri ha iniziato gli studi musicali presso il Conservatorio Statale di Musica “L. Cherubini”, dove consegue i diplomi a pieni voti in Musica corale e Direzione di Coro, Tromba, ComposizioneStrumentazione per Banda e Direzione d’Orchestra sotto la guida di R. Pezzati, F. Cioci, R. Riccardi e A. Pinzauti. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento di composizione tenuti da E. Morricone e T. Procaccini e in direzione d’orchestra da F. Ferrara, G. Gelmetti e C. M. Giulini.

Selezionato dall’Ente Autonomo Teatro Comunale di Firenze, è entrato a far parte, giovanissimo, dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino in produzioni che hanno visto direttori come L. Maazel, R. Muti e Z. Mehta. Dal 1994, dopo il conseguimento del diploma, si è dedicato interamente alla direzione d’orchestra.

Ha diretto orchestre italiane ed estere tra le quali l’Imperial Symphony Orchestra di Lakeland, la Florida Symphony Orchestra, i solisti del Maggio Musicale Fiorentino, la Tuscan Chamber Orchestra, i Solistes de la Filharmonia de Cambra de Barcellona, l’ensemble Operarmonica.

Con i Cameristi dell’Accademia Musicale di Firenze, si è prestato per importanti produzioni concertistiche inerenti la musica del ‘900, fra cui, nel 1994, la prima esecuzione assoluta a Siena del “Pierrot Lunaire” di A. Schönberg.

Dal 2007 è direttore dell’orchestra I Maberliner di Pistoia con i quali ha intrapreso tournee di gemellaggio con orchestre dell’Irlanda, dell’Inghilterra, della Francia e con la Repubblica Ceca.

Vincitore, nel 1994, del Concorso Nazionale a Cattedre nei Conservatori di Musica, è docente titolare di Musica d’Insieme per Strumenti a Fiato presso il Conservatorio Statale di Musica “G. F. Ghedini” di Cuneo. É stato anche docente ordinario presso il Politecnico Internazionale “Scientia et Ars” di Vibo Valentia.

É stato membro di giuria nel 1° Concorso Internazionale “P. Giannetti” per Direttori di Orchestra di Fiati.

Nell’ambito della musica antica è stato direttore principale dell’ensemble Ars Cantus, con i quali ha realizzato in prima assoluta mondiale su strumenti antichi il “Maestro di Cappella” di D. Cimarosa (trasmesso da RAIUNO) e “La Dirindina” di D. Scarlatti. Gli intermezzi di Cimarosa e Scarlatti, unitamente a concerti inediti degli stessi autori, sono pubblicati nell’edizioni Bongiovanni.

Ha trascritto e diretto, con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la prima esecuzione assoluta del “Conte Policronio”, farsa alla francese di Giuseppe Moneta (pubblicata per Bongiovanni), con cui ha avviato un progetto mirato alla riscoperta e alla valorizzazione del patrimonio musicale del Settecento fiorentino.

Nel 2010 è stato invitato nella XIII edizione del Barocco Festival “Leonardo Leo” di Brindisi per dirigere, con la Tuscan Chamber Orchestra, “Livietta e Tracollo” di G.B. Pergolesi nel trecentenario dalla nascita.

Nel 2011 e nel 2012 ha diretto nel PistoiaFestival una monografica su Luigi Boccherini.

È direttore principale dell’Orchestra dell’Academy of Art Foundation.

 

Sue composizioni e revisioni per fiati sono edite da Gérard Billaudot Éditeur di Parigi nelle prestigiose collezioni di Jean-Yves Formeau e Jean-François Verdier.